ORECCHINI

-

Oro e Preziosi

ORECCHINI

 

Un orecchino è un pezzo di gioielleria indossato come ornamento dell'orecchio. Gli orecchini possono essere realizzati in molti materiali come metallo, pietre preziose, plastica, vetro, etc. Ne esistono di svariati tipi e dimensioni, limitate solamente dalla capacità del lobo dell'orecchio di sostenere l'orecchino senza lacerarsi.

Di origine antichissima, l'orecchino è presente in tutte le civiltà: presso gli egizi era un accessorio prevalentemente maschile, costituito da un cerchietto d'oro o d'argento decorato con pietre preziose. I greci preferivano esemplari a disco o a pendente, mentre i romani idearono il modello a grappolo di perle e i bizantini crearono nuove forme a fiore.

Le popolazioni primitive sudamericane lo adottarono come parte integrante dell'abbigliamento e gli attribuirono significati magico-religiosi.

Dopo un lungo periodo di decadenza durato dal Medioevo al Rinascimento, gli orecchini tornarono in auge nel XVII secolo sotto forma di perle a goccia e come ornamento esclusivamente femminile. L'uso del diamante per questi gioielli si diffuse verso la fine del Settecento, mentre in epoca vittoriana riscossero notevole successo i modelli arricchiti da avorio e giaietto oppure ornati da cammei.

Gli orecchini da uomo invece si rifanno a una tradizione già presente nel XIX secolo quando si mettevano all'orecchio sinistro nella marina mercantile inglese, mentre si mettevano nell'orecchio destro nella marina da guerra; sembra che portarlo all'orecchio sinistro fosse un simbolo anarchico.

Altre fonti sostengono invece che l'orecchino d'oro per i marinai aveva una valenza pratica, esso sarebbe servito a pagare le spese funerarie nel caso in cui il marinaio fosse morto lontano da casa.