Gagliesi gioielli

-

vendita gioielli online

Cos'è un rubino?

Il rubino è una varietà monocristallina di ossido di alluminio, conosciuto come corundo. Si distingue dallo zaffiro, il più vicino parente del rubino, per la colorazione rosso vivo, dovuta alla presenza di cromo e, in misura molto minore, titanio, vanadio e acciaio. In particolare, il rosso più brillante è detto “rosso sangue di piccione” ed essendo molto raro è anche estremamente ricercato.

Il rubino lega il suo nome in modo particolare alla Birmania (oggi Myanmar), unico luogo in cui, in antichità, si estraevano queste pietre con continuità. Ancora oggi il Myanmar è il principale estrattore ed esportatore di rubini, affiancato da Tailandia e Cambogia, e dall'Afghanistan.

Dopo la seconda guerra mondiale sono state aperte miniere anche in Tanzania e Madagascar. Sono stati effettuati anche ritrovamenti in alcuni stati degli USA, e persino in Groenlandia.

Lo Smithsonian Institute di New York conserva una delle più importanti collezioni di rubini al mondo: comprende il rubino Burmese, ritrovato nella regione di Burma, in Birmania, dotato di un colore eccezionale e tagliato in modo ineccepibile: insieme alla sua cornice di diamanti, il pendente così ottenuto è uno dei gioielli di maggior valore al mondo. Fu acquistato dal miliardario filantropo Peter Buck e donato all'istituto in memoria della moglie defunta, Carmen Lucia.

I rubini in occidente assumono il significato di passione, amore, vita e vigore; in Asia, invece sono insieme simbolo di vanità (glamour, si direbbe oggi) ma anche di buon auspicio. Era antica abitudine sotterrare un rubino fra le fondamenta degli edifici più importanti, di modo che la pietra portasse buona fortuna alla costruzione e a coloro che ci vivevano dentro.





Catalogo
  • ANELLI
  • BRACCIALI
  • COLLIER
  • ORECCHINI
  • parure
  • PENDENTI
  • Orologi